Il messaggio segreto delle stelle cadenti

Giuspe ha sedici anni e un passato difficile, trascorso tra orfanotrofi, case famiglia e la vita violenta di certi quartieri di periferia. Soffre di un disturbo poco conosciuto, l’ADHD, che lo rende impenetrabile e incapace di controllare i propri impulsi. Ma allo stesso tempo ha una grande passione: i colori che, nella notte, spruzza insieme ai suoi amici writer sui muri del centro di Roma. Aprile è il suo professore, un trentenne pieno di debiti che colleziona amori sbagliati o impossibili, e ha un’esistenza tutta da ricostruire. Le vite dei due si intrecciano ben oltre i banchi di scuola quando, un giorno, sono costretti a fuggire insieme in Irlanda. Ne nasce un viaggio indimenticabile, fatto di incontri inattesi, situazioni tragicomiche e di un universo palpitante di avventure che culminano in un violento faccia a faccia nel Nord selvaggio e inospitale dell’isola. Per Aprile è l’occasione per riscattarsi e decidere che uomo essere. Giuspe invece deve riuscire a dare un volto a chi sedici anni prima lo ha abbandonato. Ma sarà Érin, la guardiana di un vecchio faro che vive congelata dalla nostalgia e dal ricordo di chi ha perso da tanto tempo, a sparigliare le loro vite e a cambiarle per sempre.
Tre personaggi fragili e desiderosi di riscatto e di pace riemergono così dall’inferno in cui la vita li ha fatti precipitare e aprono nuovamente le porte del loro cuore alla fragilità, alla verità e all’imprevedibilità dei sentimenti.

Max Giovagnoli, Il messaggio segreto delle stelle cadenti, Newton Compton Editori