Transmedia Storytelling e Comunicazione

Il 2012 è stato l’anno del transmedia in tutto il mondo. Nove blockbuster su dieci tra i maggiori successi internazionali delle ultime stagioni sono opere transmediali (Harry Potter, Twilight, The Hobbit, Assassin’s Creed, Il Cavaliere Oscuro, Spiderman, Star Wars, Lost, The Avengers). E la storia non cambia se si passa dal cinema ai videogames, alle serie tv, ai comics, alle news o alle campagne di advertising dei più importanti brand mondiali (Coca Cola, BBC, Nike…). Noi siamo già, il pubblico delle narrazioni transmediali. E fare transmedia significa raccontare storie su più mezzi di comunicazione creando grandi progetti di storytelling e comunicazione”. Preceduto da un’edizione adottata in diverse università negli USA, si tratta di un saggio e un manuale insieme, che esplora per intero la catena industriale della creazione di progetti transmediali: dalla costruzione della storia alle tecniche di storytelling, dalla scelta delle piattaforme alla promozione e distribuzione di contenuti. Le tecniche e gli standard internazionali sono presentati con oltre 60 esempi di successo e con le voci di sei tra i transmedia producer più importanti al mondo (Jenkins, Gomez, Norrington, Srivastava, Weiler, Dena). Un libro dedicato agli autori e ai fan dei new media e del cinema, ai creativi dell’advertising e della comunicazione, ai professionisti del marketing e ai producer della nuova televisione, ai game designer e agli esperti dei social network, agli studenti e ai ricercatori dei media, dei processi culturali e delle nuove frontiere della scrittura creativa [M. Giovagnoli, Transmedia. Storytelling e comunicazione, Apogeo/Feltrinelli, pp. 224, Euro 15].